Primo volo per l’Idrovolante cinese “AG600”

dicembre 27 19:21 2017 Print This Article

Per l’articolo in Italiano fai click qui:   

For the Article in English press here: 

Rimasto in aria per circa un’ora sopra i cieli di Zhuhai City: è stato un successo il primo volo dell’ idrovolante cinese Ag600

First Landing for the AG600 Sea Plane

Con i suoi 38,8 m. di apertura alare, è considerato l’aereo anfibio più grande del mondo. Progettato per affrontare un peso massimo al decollo pari a 53,5 tonnellate ha un’autonomia di oltre 5 000 km per 12 ore di volo alla normale velocità di crociera.

Costruito dalla Aviation Industry Corporation of China (Avic), nome in codice ‘Kunlong‘, è un colosso delle dimensioni leggermente maggiori rispetto ad un Boeing 737. Spinto da 4 motori a turboelica “Dongan WJ-6 turboprops” con i quali è capace di decollare e atterrare sull’acqua.

Un mezzo che potrà essere configurato per l’impiego come aereo da ricerca e soccorso ( SAR ) e trasporto di circa 50 passeggeri. Potrà inoltre essere impiegato per  l’antincendio: è dotato di un serbatoio in grado di contenere 12 tonnellate d’ acqua stipate nel serbatoio situato sotto la prima metà della fusoliera. Potrebbe inoltre dare ai cinesi un vantaggio tattico nel Mare cinese del Sud dove Pechino ha varie dispute territoriali e dove sta costruendo basi militari su isole artificiali. Le dimensioni del “Kunlong” sono inferiori solo al prototipo di superidrovolante H-4 ‘Hercules’ progettato dal famoso aviatore e pioniere aeronautico Howard Hughes, che nell’unico volo di collaudo lo mantenne in aria per 26 secondi. In effetti l’Hercules, costruito in gran parte in legno e soprannominato ‘Spruce Goose’ (Oca di abete), aveva 8 motori e un’apertura alare record di 97,5 m.

La cabina di pilotaggio dell’AG600

Il caso dell’ idrovolante “AG660” dimostra come la Cina stia sviluppando le proprie capacità in molteplici settori enon solo quello aeronautico. Nel paese del sol Levante sta avvenendo una trasformazione nell’ambito tecnologico-industriale: La produzione si sta sempre più incentrando sulla qualità mantenendo sempre inalterate le vaste capacità produttive che il Paese offre. Il marchio “Made in China” sta perdendo la generalizzata fama di “Produzione di Bassa qualità” mentre sta acquisendo sempre di più una fetta rilevante del mercato ad alto livello tecnologico.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità da Tutto Sul Volo? Iscriviti alla nostra Newsletter!

It flew for about one hour over the skies of Zhuhai City, in south of Cina.

The AG600 Sea Plane

With is 38.8 meters (125 feets) of wingspam, it is considered the biggest amphibious airplane in the world. Developed to face up to a maximum take-off weight of 53.5 Tons (117947 Lbs) it has a maximum range of 5 000 km ( 3000 Nautical Miles; 3107 Statute Miles) and 12 hours in-flight at the normal cruise speed.

Built up by Aviation Industry Corporation of China (Avic), name in code “Kunlong”, is slightly larger than a Boeing 737. Trusted by 4 turboprop engine “Dongan WJ-6 turboprops”, it’s able to take off and land on the water.

An airplane thath could be configured for Search and Rescue ( SAR ) operations or as a transport plane, with a capacity of about 50 people. It will be also useful, in a different configuration, as a firefighter plane: With a 12 water Tons tank, crammed into the tank located below the first half of

H-4 Hercules

the fuselage. It could also give to chineese a tactical advantage in the south chineese sea where Beijing it having various territorial disputes and where it is building military bases on artificial islands.

The dimension of the “Kunlong” are lower than the H-4 ‘Hercules’ super-seaplane prototype designed by the famous aviator and aeronautical pioneer Howard Hughes, who in the only test flight kept it in the air for 26 seconds. In fact the Hercules, built largely in wood and nicknamed ‘Spruce Goose’, had 8 engines and a record wingspan of 97.5 m (270 Feets).



Building Up of the AG600 Sea Plane

The “AG660” seaplane case re-emerges as China is developing its capabilities in many different sectors. In the country “Of the Rising Sun” an industrial technological transformation is taking place: Production is increasingly focused on quality, but the huge production capacities that the country offers are still keeped unaltered. In short, the “Made in China” brand is losing the general reputation of “Low Quality Production” while it’smore and more acquiring a slice of the high-tech market.

 

Video of AG600 Sea Plane




 

Do you want to keep updated on the latests news from Tutto Sul Volo? Sign up to our newsletter!

  Article "tagged" as:
  Categories:

A proposito dell'autore

Michele Cangemi
Michele Cangemi

Studente al quarto anno presso l’istituto tecnico aeronautico Maxwell di Milano. Appassionato di volo, di vela, fotografia e di computer. Fondatore del portale di informazione e cultura aeronautica "Tuttosulvolo.it"

Vedi gli altri articoli dell'autore

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a commentare.

Aggiungi un commento

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person.
All fields are required.