Gli strumenti di volo

Novembre 12 14:06 2016

Gli strumenti di volo sono gli strumenti mediante il quale i piloti ricevono le informazioni riguardanti il volo. Sono sei i principali strumenti di volo installati a bordo dei velivoli: anemometro, altimetro, variometro, orizzonte artificiale, girodirezionale, virosbandometro. Questi sono definiti i sei strumenti fondamentali e sono, solitamente, disposti nella configurazione standard a “T”.

Risultati immagini per pannello strumenti di volo

Gli strumenti di volo a sua volta si suddividono in:

  • Strumenti barometrici o a capsula
  • strumenti giroscopici

Gli strumenti barometrici o a capsula

Gli strumenti a capsula sono cosi chiamati perchè il loro organo di funzionamento principale è appunto una capsula metallica, avente la proprietà di espandersi e di contrarsi sollecitata dalle differenze di pressione tra il suo interno e il suo esterno. La variazioni di pressione sono date dalle variazioni di altitudine del velivolo. infatti la pressione atmosferica diminuisce con l’aumentare della quota.

Il principio di funzionamento si basa sulla necessità di far pervenire quelle pressioni la cui differenza costituisce l’indice della grandezza da misurare. Queste pressioni sono chiamate pressione statica pressione dinamica. La prima è la pressione presente all’esterno dell’aereo in uno stato di quiete, mentre la seconda è la pressione generata dal movimento nell’aria dell’aereo.

Immagine correlata

La pressione statica viene misurata dalla presa statica.  Generalmente situata sulla fusoliera del velivolo.

Immagine correlata

Mentre la pressione dinamica viene misurata dal tubo di Pitot. Generalmente il tubo di Pitot è posizionato nella parte frontale del velivolo oppure sotto all’ala parallelamente all’asse longitudinale dell’aeromobile.  Infatti deve essere libero da ogni influenza aerodinamica che potrebbe derivare dalla struttura del velivolo.

Risultati immagini per presa dinamica pitot

 L’altimetro

L’altimetro è un barometro che misura la pressione atmosferica, servendosi della presa statica, trasformando i valori in indicazioni di quota. E’ costituito da una cassa a tenuta stagna, collegata alla presa statica, nella quale si trova la capsula aneroide.  Quando lo strumento viene portato in quota la pressione nella cassa diminuisce, facendo quindi dilatare la capsula. Viceversa invece quando lo strumento viene portato a quote minori.

Nel pannello frontale dell’altimetro è presente una scala graduata dove possiamo leggere i valori indicati dalle lancette e da un pomello attraverso il quale si regola la pressione rispetto alla quale vogliamo misurare la nostra quota.

La quota in aviazione è indicata in piedi (ft).  In cui 1ft= 0,3048m

Inoltre l’altimetro può essere regolato rispetto a tre pressioni principali: QNH, QNE, QFE. Articolo regolaggi altimetrici

Risultati immagini per presa statica altimetroRisultati immagini per altimetro

L’anemometro

Anche definito come indicatore di velocita o air speed indicator, è lo strumento che misura la velocità dell’aereo rispetto alla massa d’aria che vi è intorno.

L’anemometro è l’unico strumento, a bordo di un velivolo, ad utilizzare sia la presa statica che la presa dinamica. Infatti esso è costituito da una cassa a tenuta stagna collegata alla presa statica, al cui interno è presente una capsula collegata con l’esterno mediante la presa dinamica (tubo di Pitot).

Quando l’aereo comincia ad acquisire velocità, la pressione dinamica generata dal moto, definita pressione d’ impatto, inizia ad entrare all’interno della capsula facendo dilatare la cassa proporzionalmente alla velocità dell’aereo. Di conseguenza l’indice dello strumento mostrerà la velocità indicata (Indicated air speed) dell’aereo.

In aviazione generalmente la velocità è misurata in nodi (kts). In cui 1kts= 1.852 km/h

Immagine correlataRisultati immagini per anemometro aereo

Il variometro

Il variometro è uno strumento che misura la velocità verticale dell’aereo  attraverso la variazione della pressione statica che si verifica all’interno della capsula. Infatti la capsula è contenuta nella cassa a tenuta stagna dello strumento, che comunica con la capsula mediante un foro capillare.

Quindi non appena l’aereo sale, essendo la capsula in comunicazione con l’ambiente esterno, la pressione al suo interno diminuisce istantaneamente, mentre la cassa subisce anch’essa una diminuzione di pressione, ma molto più lentamente a causa della sezione ridotta del foro capillare. Il risultato che ne consegue è una differenza di pressione la quale permette, mediante collegamenti meccanici, all’indicatore dello strumento di muoversi.

In aviazione, generalmente, la velocità verticale dell’aereo è indicata in piedi al minuto (ft/min)

Immagine correlataImmagine correlata

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Michele Cangemi
Michele Cangemi

Studente al quarto anno presso l’istituto tecnico aeronautico Maxwell di Milano. Appassionato di volo, di vela, fotografia e di computer. Fondatore del portale di informazione e cultura aeronautica "Tuttosulvolo.it"

View More Articles
write a comment

0 Comments

No Comments Yet!

You can be the one to start a conversation.

Add a Comment


Warning: Illegal string offset 'rules' in /web/htdocs/www.tuttosulvolo.it/home/wp-content/themes/gadgetine-theme/functions/filters.php on line 206

Warning: Illegal string offset 'rules' in /web/htdocs/www.tuttosulvolo.it/home/wp-content/themes/gadgetine-theme/functions/filters.php on line 225