Visita alla 46° Brigata Aerea e volo d’addestramento su C-27J

Febbraio 15 15:12 2019

Nelle scorse settimane ho avuto l’opportunità di visitare e partecipare ad un’attività addestrativa presso la 46° Brigata Aerea di Pisa. La Brigata, fiore all’occhiello dell’attività di trasporto aereo svolta dall’Aeronautica Militare, è strutturata su tre gruppi volo: il 2° e il 50°, che operano con i velivoli C-130J ed il 98° dotato di velivolo C-27J.

I compiti

Operativa 365 giorni l’anno 24 ore su 24, la Brigata ha la capacità di poter impiegare i suoi uomini e mezzi in ogni parte del mondo. I suoi compiti comprendono:

  • Aviosbarco;
  • Aviolancio di personale e materiale;
  • Trasporto materiali, mezzi ed equipaggiamenti;
  • Trasporto sanitario d’urgenza;
  • Trasporto organi per trapianto;
  • Trasporto personale biocontaminato;
  • Aerosgombero sanitario;
  • Supporto equipe mediche;
  • Supporto Gruppo di Chirurgia d’Urgenza dell’Ospedale di Pisa;
  • Supporto alla Protezione Civile, al Ministero degli Interni, al Ministero degli Affari Esteri.
  • Operazioni tattiche e speciali
  • Operazioni di supporto e rifornimento in volo di aeroplani ed elicotteri dell’Aeronautica Militare.
  • Ricerca e soccorso in ambiente oceanico (SAR).

Il C-130 HERCULES

Il C130J HERCULES della 46° Brigata Aerea

Velivolo dotato di quattro motori turboelica da 4.700 cavalli ciascuno, presente alla 46° Brigata fin dal 1972, sostituito nel 2000 con la nuova versione modernizzata “C130J“. Ha un peso massimo al decollo pari a 79 tonnellate, caratteristica che lo rende un’ossatura fondamentale della componente da trasporto dell’Aeronautica Militare. Ha inoltre la capacità di operare su terreni semi-preparati anche in contesti internazionali e ha un’autonomia massima di 5.250 km. Si prevede che il C130 rimarrà ancora per molti anni operativo date le sue notevoli caratteristiche e la possibilità di mantenere una strumentazione aggiornata.

 

 

Il C-27J SPARTAN

Il C27J della 46° Brigata Aerea

Giunto alla 46° Brigata nel 2007, è un velivolo biturbina ad elica derivato dal G-222 ed è equipaggiato con gli stessi motori del C130J. Ha la peculiarità di essere particolarmente versatile e flessibile nell’impiego: caratteristica che lo rende capace di svolgere con efficacia le diverse missioni da trasporto tattico operando anche da piste corte e semi-preparate. Ha inoltre la possibilità di essere rifornito in volo, rendendolo in grado di ampliare la propria autonomia.

 

 

 

La visita alla 46° Brigata Aerea

La giornata tipica di un equipaggio della 46° Brigata Aerea comincia con il briefing meteo: in questa fase l’equipaggio si reca presso l’ufficio meteo dove vengono illustrate le condizioni attuali e le previsioni del tempo delle aree che l’equipaggio andrà ad interessere durante la missione. Successivamente l’equipaggio verifica che il piano di volo sia stato approvato, i NOTAM (Notice to Airmen) ed infine la rotta, solitamente pianificata il giorno precedente. Successivamente ci si sposta nella sede del proprio gruppo volo dove il personale comunica l’aereo assegnato e ogni ulteriore informazione riguardante la missione. Una volta pronti i piloti  raggiungono l’aeroplano assegnato, per la nostra missione il C27J, dove, nel frattempo, gli specialisti di bordo hanno preparato e controllato l’aeroplano. Un ultimo controllo esterno e si può procedere con gli ultimi briefing pre-avviamento ed in particolare riguardo alle procedure di emergenza. L’equipaggio è a bordo mentre il load master, in contatto con i due piloti, si porta di fronte all’aeroplano per un controllo visivo dei motori durante l’avviamento.Una volta avviati i due motori da 4.700 cavali l’uno e aver stabilito il contatto con la torre di controllo, siamo pronti rullare

Nominativo della missione: “LUPO09“. Dopo il decollo dalla pista 04R Pisa a bordo del C27J, dirigiamo verso sud per un volo d’addestramento VFR condotto a bassa quota. Una volta prossimi alla costa, procediamo sul mare da Livorno fino a Rosignano per poi rientrare verso l’aeroporto di Pisa.

Prossimi alla verticale dell’aeroporto ci prepariamo per un “touch and go“. Sorprende come il C27J sia in grado di decollare e di atterrare in poco spazio, potendo sfruttare la potenza dei propri motori anche in modalità “reverse”. Dopo il secondo atterraggio la missione è terminata, rulliamo quindi al parcheggio del 98° Gruppo Volo.

https://www.youtube.com/watch?v=jPvRjq5i1C0&list=PLukihCE2A9bVz3DoCR8Fmwh7u7uSAhGQ_&index=1

L’International Training Centre

Fiore all’occhiello della 46° Brigata Aerea è l’International Training Centre: centro d’eccellenza nato con il compito di addestrare piloti e load master di C27J e C130J. Dotato di simulatori full-motion dei velivoli C27J e C130, è un centro d’eccellenza per la formazione degli equipaggi dell’Aeronautica Militare Italiana e di diverse altre forze armate estere. Un centro riconosciuto anche a livello internazionale per l’ elevato livello d’addestramento fornito dagli istruttori dell’I.T.C. e dai simulatori. Le peculiarità dei simulatori che permettono di riprodurre innumerevoli scenari, anche in tetaro operativo, come ad esempio operazioni di decollo ed atterraggio su piste semi-preparate. La scelta di impiegare i simulatori per la formazione degli equipaggi garantisce la possibilità di riprodurre in anticipo situazioni di volo complicate, come condizioni meteo avverse.

Il servizio a cura della redazione di TG2 Costume e società

 

 

Un particolare ringraziamento al personale del 2° Ufficio “Pubblica informazione – Relazione con i media giornalistici” UCSMA ed in particolare al S.Ten Palma Convertini, Col. Gianmattia Somma, Col. Federico Merola, Magg. Stefano Testa.
Desidero inoltre ringraziare il personale della 46° Brigata aerea ed in particolare il Ten. Col. Pompilio Sammaciccio


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.tuttosulvolo.it/home/wp-content/themes/gadgetine-theme/includes/single/post-tags-categories.php on line 7
view more articles

About Article Author

Michele Cangemi
Michele Cangemi

Studente al quarto anno presso l’istituto tecnico aeronautico Maxwell di Milano. Appassionato di volo, di vela, fotografia e di computer. Fondatore del portale di informazione e cultura aeronautica "Tuttosulvolo.it"

View More Articles
write a comment

0 Comments

No Comments Yet!

You can be the one to start a conversation.

Add a Comment


Warning: Illegal string offset 'rules' in /web/htdocs/www.tuttosulvolo.it/home/wp-content/themes/gadgetine-theme/functions/filters.php on line 206

Warning: Illegal string offset 'rules' in /web/htdocs/www.tuttosulvolo.it/home/wp-content/themes/gadgetine-theme/functions/filters.php on line 225